• Avvocato Talarico Alessandro
  • Avvocato Talarico Alessandro
  • Avvocato Talarico Alessandro
  • Avvocato Talarico Alessandro

news e aggiornamenti

All’interno di questa pagina troverete tutte le notizie utili dello studio Talarico, le novità e le informazioni offerte ai nostri clienti sugli ultimi aggiornamenti del settore legale.
Visitate il sito con frequenza per restare sempre aggiornati sulle ultime leggi, le normative e i nuovi servizi offerti dallo studio.

DIRITTO DEL LAVORO

annullamento matrimonio

Legittimo il licenziamento del dipendente che, mentre lavora per il proprio datore, prepara un’attività di impresa in concorrenza con quella per cui riceve un salario (Cass. sez. Lavoro, sentenza 8 maggio - 9 agosto 2013, n. 19096 Presidente Vidiri - Relatore Blasutto).

RESPONSABILITà CIVILE

diritto immobiliare

Ha diritto a essere risarcito del danno alla vita di relazione chi riporta nell’incidente una grave invalidità. Brusca frenata della Suprema corte sulle precedenti posizioni in tema di danno esistenziale: esiste come componente del pregiudizio psico-fisico. Cassazione, sentenza 19963 del 30.8.13

DIRITTO PENALE

riconoscimento figli

Stalking e lesioni personali possono concorrere tra loro - Il reato di stalking (art. 612 bis c.p.) e quello di lesioni personali volontarie (art. 582 c.p.) possono pacificamente concorrere, con conseguente possibilità' che tale ultimo reato puo' essere posto in rapporto di connessione teleologica con l'altra fattispecie delittuosa, che, come e' noto, comporta procedibilità d'ufficio dello stesso delitto di lesione personale, ai sensi del combinato disposto degli artt. 582-585 e 576 cod. pen.

DIRITTO DI FAMIGLIA

annullamento matrimonio

Il matrimonio va annullato se uno dei due coniugi era a conoscenza della mancanza di fede religiosa dell’altro coniuge.
Così si è espressa la Suprema Corte con sentenza n. 28220 del 18 dicembre 2013 affermando come debba essere dichiarato l’annullamento del matrimonio da parte del Tribunale ecclesiastico, con conseguente delibazione della sentenza della Corte d’Appello, in quanto l’ateismo integra una vera e propria riserva mentale nota all’altro coniuge già prima della celebrazione del matrimonio concordatario.

DIRITTO CIVILE

diritto immobiliare

In assenza di diverso titolo, il sottotetto che risulti praticabile è di proprietà condominiale.
Così si è espressa la Suprema Corte con sentenza n. 28141 del 17.12.2013 affermando come, al fine di comprendere se il sottotetto sia un bene comune o di proprietà esclusiva, sia necessario in primis accertare il titolo dei proprietari dell’unità abitativa sita nelle adiacenze del sottotetto. Ove ciò non sia possibile, occorrerà valutare l’utilizzo e lo scopo concreto di tale porzione di condominio per deciderne la destinazione di uso.

DIRITTO DEL LAVORO

diritto del lavoro e licenziamenti

Non è possibile procedere al licenziamento per la reazione istintiva del lavoratore ad un provvedimento disciplinare ingiusto.
Così si è espressa la Suprema Corte con sentenza n. 27053 del 2.12.2013 affermando come la reazione seppur scomposta ma comprensibile del dipendente destinatario di un provvedimento disciplinare ingiusto non può essere giusta causa di licenziamento in quanto tale comportamento non lede in alcun modo il vincolo fiduciario con l’azienda.

DIRITTO DI FAMIGLIA

riconoscimento figli

Così si è espressa la Suprema Corte con sentenza n. 2802 del 7.2.2014 con la quale afferma come il diritto soggettivo ad essere genitori giuridici (oltre che biologici) si correla non al solo fatto della nascita del figlio, ma ad una manifestazione di volontà di riconoscere il figlio nato come figlio proprio. Tale diritto, come quello al riconoscimento, involvono lo stato delle persone e, in quanto tali, sono diritti indisponibili e non estinguibili per manifestazione di rinuncia.

DIRITTO CIVILE

diritto immobiliare

Secondo la Suprema Corte, in assenza di prova contraria, si presume il “buono stato dell’immobile”. In una situazione di persistente incertezza sull’epoca di verificazione dei danni giova la presunzione ex art. 1588 e 1590 c.c. in ordine alle condizioni all’inizio del rapporto di locazione.
Il locatario è tenuto a restituire la cosa nello stato in cui si trova all’inizio del rapporto o, in mancanza di prova su tale stato, in buono stato dovendo provare, trattandosi di obbligazione contrattuale, la propria assenza di colpa.
CASSAZIONE CIVILE, SEZ. III, 5.2.2014, N. 2619

RESPONSABILITà CIVILE

risarcimento danno biologico

Risarcimento del danno biologico e morale a causa dell’infortunio dell’allievo in gita scolastica.
Così ha stabilito la Suprema Corte con sentenza n. 2413 del 4.2.2014 con la quale ha affermato che la responsabilità è della scuola sia nel caso di incidente accaduto per la condotta scorretta dell’allievo, sia per la condotta degli altri studenti.
Secondo gli ermellini è corretta la liquidazione sia del danno biologico sia di quello morale venendo in rilievo due differenti fattispecie non sovrapponibili: la prima quale lesione del diritto alla salute e la seconda quale sofferenza conseguente all’illecito. CASSAZIONE CIVILE, SEZ. III, 4.2.2014, N. 2413

TALARICO AVV. ALESSANDRO | 1, Corso Re Umberto - 10121 Torino (TO) - Italia | P.I. 08771660019 | Tel. +39 011 5817799 | Fax. +39 011 505021 | info@avvocatotalarico.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite